Associazione Agricola Turistica Beaulard

Bacino di riferimento: ex comune censuario di Beaulard, comune di Oulx e di Bardonecchia

Quando è nata l’associazione?
L’Associazione Agricola – Turistica Beaulard è nata il 20 ottobre 1997 come risulta dall’Atto Costitutivo registrato a Susa il 19 novembre 1997.

Qual è stato il motivo ispiratore?
Il nome stesso spiega gli obiettivi dei programmi che mirano alla valorizzazione delle due componenti essenziali per lo sviluppo di Beaulard, cioè la risorsa agricola e quella “turistica”.
La nostra Associazione ha potuto prendere “corpo” grazie alla fusione dei due Consorzi esistenti sul territorio sin dal fine ottocento e cioè il LAVANCHE – CHAMOUSSET e il REFOUR che non erano più idonei a permettere l’accesso alle sovvenzioni degli Enti pubblici

Qual è la ragione d’essere e gli obiettivi dell’associazione?
La nostra Associazione ha per scopo:

  • la salvaguardia del patrimonio agro-silvo-pastorale;
  • la pulizia dei prati con decespugliamento e sfalcio;
  • la manutenzione delle strade di accesso alle varie baite;
  • la riapertura di sentieri di collegamento, da anni impraticabili a causa della fitta vegetazione e cespugli
  • l’incentivazione delle attività agri-turistiche in genere e del turismo alternativo
  • la valorizzazione del patrimonio locale (patois) costituendo commissioni o comitati scientifici e culturali

Quali iniziative sono state prese in passato?
La nostra attività si svolge principalmente in due distinti momenti:

  • per quel che concerne l’attività agricola, possiamo concentrare il lavoro svolto esclusivamente nel periodo estivo, con il decespugliamento e lo sfalcio dei prati, la coltivazione delle erbe officinali e il ripristino e la pulizia dei sentieri.
  • per quel che concerne l’attività turistica-culturale, i nostri soci operano nell’arco di tutto l’anno, svolgendo un’attività didattica diretta nelle Scuole grazie all’aiuto delle Proff.se Daniela Rossi e Claudia Chin; con la realizzazione presso l’ex Scuola elementare di Beaulard di una mostra a tema quale ad esempio quella realizzata nel periodo natalizio “Dou lèi a la toùmë” con esposizione degli attrezzi originali utilizzati dai nostri nonni per la lavorazione del latte, dalla mungitura al prodotto finito con terminologia in patois; con una diffusione diretta del patois su oggetti di uso quotidiano (ceramiche, stoffe, ecc.) dipinti, ricamati o realizzati completamente a mano inserendo proverbi, modi di dire e terminologia varia.

Quali sono le prospettive e i progetti futuri?
La nostra Associazione si è prefissata per il futuro, di continuare, ampliare e migliorare le attività culturali già intraprese negli anni passati quali:

  • la pubblicazione di un libro sui toponimi locali e la realizzazione e collocazione di insegne artigianali indicanti i suddetti toponimi nella nostra lingua d’oc il “patois”;
  • la realizzazione di un video per raccontare quali erano i lavori che i nostri nonni svolgevano quotidianamente, mestieri che oggi sono scomparsi, mettendo in risalto la terminologia e i modi di dire in patois;
  • l’ampliamento del nostro presepe artigianale ambientato nel paesaggio beaulardese, con abbigliamento di un tempo e didascalie in patois, proposto ormai per il terzo anno sempre con notevole successo;
  • la realizzazione di ulteriori mostre con esposizione di attrezzi, fotografie e oggetti vari del nostro passato per far conoscere ai nostri figli, ma soprattutto per non dimenticare le nostre origini e la vita di un tempo;
  • il potenziamento di una già fattiva collaborazione con le vicine scuole dell’Obbligo ampliando così la ricerca sulla didattica del patois di Beaulard e sensibilizzando maggiormente i più piccini all’avvicinamento a questa lingua.

Quale sono le modalità di diffusione della vostra attività?
Libri, video, mostre

Qual è il rapporto con gli Enti locali?
Al fine di sensibilizzare le sinergie tra pubblico e privato è stato realizzato a marzo 2001, in collaborazione con i Consorzi e le Associazioni Agricole di Bardonecchia, un incontro pubblico presso il Palazzo delle Feste di Bardonecchia sul tema: Il ruolo dei Consorzi e delle Associazioni Agricole nella gestione del territorio, mettendo in risalto le esperienze maturate, gli strumenti a nostra disposizione ma soprattutto le nuove proposte.
Con la Comunità Montana A.V.S. è iniziato un progetto sperimentale sulla coltivazione delle erbe officinali provvedendo alla semina della lavanda, tanaceto, timo, salvia, ortica e achillea delle quali abbiamo già ottenuto ottimi raccolti. E’ stato effettuato inoltre, un corso di formazione per le colture biologiche e biodinamiche.
Con il Comune di Oulx si è ormai consolidato un rapporto di reciproca collaborazione, dandoci così la possibilità di usufruire dei locali siti nella nostra frazione quali l’ex ufficio postale quale sede dell’Associazione, dell’ex scuola elementare per la realizzazione delle varie attività (mostre, estate ragazzi, ecc.), il forno comunale con il recupero totale dell’immobile ormai da anni in completo abbandono. Inoltre, grazie al contributo economico ci è possibile organizzare diverse manifestazioni (mostre, concerti, estate ragazzi,ecc.) rivolte a tutta la popolazione (residenti e turisti) con scopi prettamente socio-culturali.

In che modo finanziate le vostre iniziative?
Nei primi anni di attività, grazie ad una fattiva collaborazione da parte di tutti i proprietari terrieri e dell’Amministrazione comunale, è stato possibile raggiungere alcuni obiettivi ottenendo dei validi risultati quali:

  • finanziamenti Regionali in base alla Legge 2078/92, grazie ai quali abbiamo potuto sfalciare circa 36 ettari di prati adiacenti al centro abitato di Beaulard ed alle baite di Refour;
  • finanziamenti Regionali in base alla legge 26/90, finalizzati alla tutela, valorizzazione e promozione della conoscenza dell’origine patrimoniale linguistica del Piemonte, grazie al quale si è potuto realizzare diverse mostre ( “L’eicore d’in cò”, “Lou baghazhe d’in cò” ecc.) e la pubblicazione dell’alfabetiere occitano di Beaulard;
  • contributi comunali, grazie ai quali si è potuto realizzare la regimazione delle acque a monte dell’abitato, pulizia e recinzione della Pineta e del Parco Bimbi, pulizia e ripristino di alcuni sentieri sul versante in destra idrografica, costruzione di una fontana in legno in località Pleinet, e numerose attività rivolte a tutta la popolazione (residenti e turisti) con scopi prettamente socio-culturali ed in particolar modo per i bambini si è potuto realizzare nell’estate 2001 la 1° edizione di “Estate Ragazzi Beaulard”.

Informazioni:
Via delle scuole, 1 – Fraz. Beaulard – 10056 Oulx
agricola@beaulard.it